• La storicAgricola

Foraging

Le mie letture attraverso il magico mondo della natura proseguono. Sto facendo miei termini come rizomi, capolini, semina a spaglio. Mi sono iscritta a un corso professionale per riconoscere, coltivare e trasformare le erbe che mi porterà lontana da Bardi per qualche giorno; è il regalo per i 41 anni che arriveranno domani a bussare alla mia porta.



Sono emozionata e assettata di sapere. Lo sono sempre stata in ambito storico-artistico, ma mai mi sarei immaginata di ritrovarmi sui libri per studiare una materia tanto vasta quanto affascinante quanto quella delle erbe. Sebbene la stagione invernale abbia messo in letargo la maggior parte di piante, continuo le mie passeggiate più o meno brevi volte alla conoscenza delle piante spontanee. Ieri ero con Stefano sul letto del Toncina, un affluente del Ceno, alla ricerca di piane per la pavimentazione del nostro solarium accanto alla tinozza. E l'occhio continuava a cadere su arbusti sempreverdi e fiori ormai secchi.


Sto leggendo articoli interessantissimi sul foraging (foraggiamento), termine inglese con il quale si identifica l'andar alla ricerca di ingredienti selvatici da utilizzare in cucina e non solo. Una vera e propria disciplina che richiede una profonda preparazione che parte dall'identificazione delle specie, alla tecnica di taglio e raccolta, fino ai trattamenti particolari che alcune di esse necessitano prima di essere considerate commestibili.

Aspetto con impazienza la primavera per immergermi nella natura e avere uno stimolo in più per camminare ed ampliare la mia capacità di osservazione.


Metterò nero su bianco le mie scoperte e i mie esperimenti. Non vedo l'ora di raccogliere le prime pratoline da mettere sotto sale e aceto come i capperi o per insaporire le frittate preparate con le uova delle mie galline... Ah, non ve l'ho detto che sto avviando il mio primo pollaio? Dopo l'incanto di Sant'Antonio avvenuto ad Anzola io e Ste abbiamo il nostro primo gallo e la nostra prima gallina. Li abbiamo chiamati Raimondo e Sandra! Per ora sono "in vacanza" a Cà Marchesini, non avendo ancora noi un nostro pollaio, ma la bella stagione porterà anche quello all'Azienda Agricola il pozzo e la macina! Siamo finite pure sulla Gazzetta di Parma!




0 visualizzazioni

© 2020 La storicAgricola di Chiara Palumbo - Tutti i diritti riservati